Statistica economica


    Anno Accademico

    Docente: Pizzanelli Giuliano

    Obiettivi del corso
    L’insegnamento si propone di fornire elementi di conoscenza intorno alla misurabilità dei fenomeni economici trattando temi di natura micro e macro.

    Programma del corso
    1) Definizione/i di statistica. Le origini della statistica
    2) Definizione/i di economia. Le origini delle scienze economiche
    3) Il circuito del reddito e il calcolo del PIL
    4) I fattori produttivi
    5) I conti del sistema economico
    6) La classificazione e la distribuzione statistica
    7) Le medie
    8) Gli indici di dispersione
    9) I numeri indici: definizione e tipologie
    10) Gli indici ISTAT
    11) Le serie storiche: definizioni ed esempi
    12) Le serie storiche: componenti e analisi grafica
    13) Trend e ciclo. Interpolazione
    14) La funzione della produzione nel modello elementare
    15) La funzione della produzione nei modelli più complessi
    16) La valutazione del capitale umano e il mercato del lavoro
    17) L’economia sommersa
    18) La distribuzione del reddito
    19) Il consumo a livello micro e macro
    20) Gli investimenti a livello micro e macro

    Testi consigliati
    1) V. MARINELLO, Manuale di statistica economica e contabilità nazionale, Aracne, 2011
    2) ISTAT, Annuario Statistico Italiano 2015, (capitolo 2: Popolazione; capitolo 9: Lavoro; capitolo 12: Contabilità nazionale) [reperibile nel sito ISTAT]
    3) Materiale didattico da scaricare dal sito del Dipartimento di Giurisprudenza
    4) V. MARINELLO, Eserciziario di Statistica Economica e di Contabilità Nazionale, Aracne, 2012

    Pagine del Manuale da omettere
    pp. 52-53
    pp. 58-69
    p. 86 (In riferimento al …) – p. 88 (inadatte a misurare la potenzialità produttiva.)
    pp. 91- 98
    pp. 112-113 Modello di Mincer e Tella (fig. 3.13)
    pp. 118 (In un sistema economico chiuso …) – p. 119 (e i prodotti intermedi importati.)
    pp. 248 (Le principali proprietà …) – p. 252 (con il metodo dei minimi quadrati)
    pp. 254-256 (paragrafo 6.1.3.)
    p. 258 (Noto che il reddito netto prodotto …) – p. 259
    pp. 263 – p. 277 (unità monetarie di prodotti industriali)
    pp. 300-302
    p. 306 (la tecnica basata sul livellamento esponenziale) – p. 312
    p. 322 (la struttura analitica del modello) – p. 323 (distribuzione lognormale dei redditi)

    Modalità di verifica dell’apprendimento:
    Prova scritta con eventuale integrazione orale