Sistemi giuridici comparati - Corso B


    Anno Accademico

    Docente: Passaglia Paolo

    Programma del corso
    L’insegnamento di Sistemi giuridici comparati tende ad inquadrare gli studi di diritto in un panorama culturale non limitato ad un solo paese e mira perciò ad abituare all’uso della comparazione tra ordinamenti diversi, statali e non statali, ed a quella che si sviluppa nell’ambito delle istituzioni dell’Unione europea.
    Durante il corso verranno quindi affrontati i problemi generali della “macrocomparazione”, per poi esaminare, in una prospettiva comparatistica, le forme di organizzazione giuridica e le forme di produzione giuridica. Un confronto tra metodo deduttivo e induttivo verrà operato mediante la disamina puntuale di una serie di decisioni fondamentali rese dai tribunali costituzionali e dalle corti supreme dei più importanti ordinamenti contemporanei.

    Propedeuticità
    Dato che il corso non ha per oggetto materie diverse da quelle che sono oggetto delle altre discipline giuridiche, ma tende a far comprendere come tali materie – o singoli istituti – possano essere analizzate con metodo comparatistico, è prescritto che l’esame possa essere sostenuto solo dopo il superamento di quelli di Diritto privato I e di Diritto costituzionale I.

    Testi consigliati
    Per la preparazione dell’esame, si consiglia lo studio dei testi che seguono:
    – V. VARANO – V. BARSOTTI, La tradizione giuridica occidentale, volume I. Testo e materiali per un confronto civil law common law, 5a ed., Torino, Giappichelli, 2014, con esclusione delle appendici;
    – Dispensa sul diritto islamico reperibile nelle pagine relative al corso inserite sulla piattaforma e-learning del Dipartimento (http://polo4.elearning.unipi.it/).

    Verifica dell’apprendimento
    L’esame finale si svolgerà in forma orale. Non sono previste prove intermedie. Lo svolgimento di eventuali verifiche scritte, comunque facoltative per gli studenti, verrà tempestivamente comunicato.