Sistemi giuridici comparati - Corso B -


    Anno Accademico

    Docente: Passaglia Paolo

    Programma del corso
    L’insegnamento di Sistemi giuridici comparati tende ad inquadrare gli studi di diritto in un panorama culturale non limitato ad un solo paese e mira perciò ad abituare all’uso della comparazione tra ordinamenti diversi, statali e non statali, ed a quella che si sviluppa nell’ambito delle istituzioni dell’Unione europea.
    Durante il corso verranno quindi affrontati i problemi generali della “macrocomparazione”, per poi esaminare, in una prospettiva comparatistica, le forme di organizzazione giuridica e le forme di produzione giuridica. Un confronto tra metodo deduttivo e induttivo verrà operato mediante la disamina puntuale di una serie di decisioni fondamentali rese dai tribunali costituzionali e dalle corti supreme dei più importanti ordinamenti contemporanei.
    Il corso si articolerà in due parti, l’una, più ampia, dedicata allo studio della tradizione giuridica occidentale e l’altra diretta a fornire i lineamenti essenziali delle principali esperienze riconducibili ad altre tradizioni.

    Propedeuticità
    Dato che il corso non ha per oggetto materie diverse da quelle che sono oggetto delle altre discipline giuridiche, ma tende a far comprendere come tali materie – o singoli istituti – possano essere analizzate con metodo comparatistico, è prescritto che l’esame possa essere sostenuto solo dopo il superamento di quelli di Diritto privato I e di Diritto costituzionale I.

    Testi consigliati
    Per la preparazione dell’esame, si consiglia lo studio dei testi che seguono.
    a) Relativamente alla tradizione giuridica occidentale: V. VARANO – V. BARSOTTI, La tradizione giuridica occidentale, volume I. Testo e materiali per un confronto civil law common law, 4a ed., Torino, Giappichelli, 2010, con esclusione delle appendici.
    b) Con riferimento ad alcune delle esperienze non riconducibili alla tradizione giuridica occidentale, sono disponibili le dispense inerenti al diritto islamico ed al diritto cinese sul sito del Dipartimento e nella piattaforma di e-learning Moodle.
    In alternativa ai testi di cui alle lettere (a) e (b), gli studenti particolarmente interessati allo studio delle esperienze diverse da quelle occidentali possono optare per lo studio del seguente volume: H.P. GLENN, Tradizioni giuridiche nel mondo. La sostenibilità della differenza, Bologna, il Mulino, 2010 (limitatamente agli argomenti sviluppati nel testo, con esclusione delle note).

    Verifica dell’apprendimento
    L’esame finale si svolgerà in forma orale. Non sono previste prove intermedie.