Regole - Stage e tirocini


    • 1.Il Consiglio direttivo provvede alla programmazione dell’attività di stage e di tirocinio, al fine di assicurare agli allievi l’acquisizione di esperienze pratiche inerenti alle professioni legali, avuto riguardo all’anno di corso e all’indirizzo prescelto cui la predetta attività si riferisce.
    • 2.Le modalità di svolgimento delle attività di tirocinio e di stage sono stabilite attraverso accordi stipulati dall’Ateneo, su delibera del Consiglio direttivo, con gli ordini professionali, le Scuole di Notariato riconosciute dal Consiglio Nazionale del Notariato e gli uffici competenti dell’amministrazione giudiziaria.
    • 3.Ad integrazione di quanto previsto dal comma precedente, il Consiglio direttivo può programmare lo svolgimento di attività didattiche presso studi professionali, Scuole del notariato riconosciute dal Consiglio Nazionale del notariato e sedi giudiziarie, previ accordi o convenzioni tra l’Università di Pisa, gli ordini professionali, le Scuole del notariato e gli uffici competenti dell’amministrazione giudiziaria.
    • 4.La partecipazione ad attività di formazione teorico-pratica, in conformità di apposite convenzioni stipulate sulla base dell’articolo 73 del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito in legge 9 agosto 2013, n. 98, è sostitutiva della frequenza delle attività didattiche del secondo anno di corso della Scuola.
    • 5.Gli allievi specializzandi che svolgano attività di formazione teorico-pratica, in conformità delle Convenzioni richiamate al comma precedente sono tenuti a sostenere le verifiche intermedie e la prova finale.
    • 6.La partecipazione ad attività di formazione professionale in conformità di apposite Convenzioni diverse da quelle indicate al comma quarto non esonera gli allievi specializzandi dall’obbligo di frequenza delle attività didattiche della Scuola e dall’obbligo di sostenere le verifiche intermedie e la prova finale.