Pluralismo delle fonti e metamorfosi del diritto soggettivo nella storia della cultura giuridica - Direttore: Prof. Aldo Petrucci


    Descrizione del progetto

    L’unità di ricerca ha inteso mettere in discussione l’idea – ampiamente accreditata in letteratura – che non vi sia “diritto soggettivo” se non dagli albori della modernità e se non nelle forme che in essa si pretende abbia assunto, riaprendo il campo semantico del diritto soggettivo e indagando i diversi ambiti dell’esperienza giuridica europea a partire da paradigmi interpretativi più inclusivi e capaci di rendere conto della natura plurale di tale esperienza (anche nelle sue declinazioni moderne) e della tensione mai sopita ed ampiamente testimoniata dalle fonti a ricondurre il diritto soggettivo nell’ordine nel quale oggettivamente si inscrive evitando, per un verso, di abbandonare interamente il soggetto alla sua “potenza” e, per altro verso, di fare di quest’ultima potere sovrano. Il tema delle scelte di fine vita e dell’ascrizione dei relativi diritti è sembrato offrire a questo riguardo uno straordinario banco di prova, non tanto perché nel dibattito contemporaneo l’indisponibilità del diritto alla vita viene troppo spesso fatta valere non solo per escludere che il suo titolare possa disporne, ma anche che, in effetti, possa esercitarlo, quanto perché sembra necessario che i diritti in gioco, per essere davvero tali, si inscrivano in un contesto normativo che articoli la struttura di possibilità del soggetto definendo il “perimetro di obbligazioni” entro le quali soltanto tali possibilità possono acquisire rilevanza propriamente giuridica.

     

    Decorrenza

    30 ottobre 2015 – 29 ottobre 2016

     

    Finanziamento

    Il progetto è stato finanziato dall’Ateneo per un importo lordo di euro 41.091,92.

     

    Membri dell’unità di ricerca

    Aldo Petrucci – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa, responsabile

    Ilario Belloni– Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Alessandro Cassarino– Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Chiara Galligani – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Marco Geri– Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Tommaso Greco – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Andrea Landi– Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Lorenzo Milazzo – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Gabriele Nuzzo – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Eugenio Ripepe – Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Claudia Terreni– Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Pisa

    Michele Zezza– Dottorando di ricerca

     

    Risultati conseguiti

    Momento centrale della ricerca è stato l’incontro di studi svoltosi a Pisa nei giorni 27-28 giugno 2016 sul tema “Pluralismo delle fonti e metamorfosi del diritto soggettivo nella storia della cultura giuridica”. Sono  seguite due pubblicazioni sul medesimo tema, indagato nella prima, a cura di A. Landi e A. Petrucci, in prospettiva storica, e nella seconda, a cura di I. Belloni, T. Greco e L. Milazzo, in una prospettiva più specificamente teorica.