Politica economica


    Anno Accademico

    Docente: Sanna Stefano

    Obbiettivi del Corso

    Il corso presenta un quadro aggiornato dei principali problemi e dibattiti di Politica Economica, offrendo strumenti di analisi, evidenza statistica ed evoluzione storica. L’obbiettivo è quello di comprendere i processi di decisione di governi e autorità comunitarie, analizzando alternative e trade-off rilevanti; le implicazioni delle decisioni di Politica Economica per il benessere, guardando all’occupazione, ai prezzi, agli investimenti e allo sviluppo; l’affetto sul comportamento dei mercati.

    Programma del Corso

    La teoria della Politica Economica.
    I fallimenti del mercato e del “non mercato”.
    Gli obbiettivi e gli strumenti della Politica Economica.
    Le politiche antimonopolistiche.
    Le politiche in presenza di esternalità e i beni pubblici.
    Le politiche industriali.
    Le politiche redistributive.
    La politica fiscale e di bilancio.
    Le politiche commerciali: liberismo e protezionismo.
    Le istituzioni internazionali.
    L’Unione Europea.
    La globalizzazione dei mercati e della produzione.
    Le sfide della globalizzazione per l’intervento pubblico.

    Testo consigliato

    Nicola Acocella, Politica Economica e Strategie Aziendali, 5° edizione 2011, Carocci
    Sono esclusi i capitoli 10, 11, 12 e 14, 15, 16, 17, 18.
    Durante il corso saranno individuate delle letture integrative che potranno essere oggetto di specifici approfondimenti, seminari e/o tesine preparate dagli studenti e su cui potrà svolgersi l’esame.
    Letture consigliate

    Anna Giunta, Salvatore Rossi, Che cosa sa fare l’Italia, Laterza 2017

    Luciano Canfora, La schiavitù del capitale, Laterza 2017

    Joseph Stiglitz, Le nuove regole dell’economia, il Saggiatore 2016

    Pierluigi Ciocca, Ai confini dell’economia, Aragno Editore 2016

    Parag Khanna, Connectography, le mappe del futuro ordine mondiale, Fazi 2016

    Salvatore Biasco, Regole Stato Uguaglianza, Luiss University Press 2016

    Alessandro Roncaglia, Breve storia del pensiero economico, Laterza 2016

    Paul De Grauwe, Economia dell’ unione europea, il Mulino 2016

    Paolo Savona, Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberal-democrazia, Rubbettino 2016

    Robert B. Reich, Come salvare il capitalismo, Fazi 2015

    Pier Luigi Ciocca, Storia dell’ I.R.I. (Istituto Ricostruzione Industriale) Laterza 2015

    Marianna Mazzucato, lo stato innovatore, Laterza 2014

    1. Bénassy-Quéré, B. Coeuré, P. Jacquet, J. Pisani-Ferry. Politica Economica, teoria e pratica, ilMulino 2014

    Thomas Piketty, Il capitale nel XXI° secolo, Bompiani 2014

    Innocenzo Cipolletta, “In Italia paghiamo troppe tasse” FALSO. Laterza 2014

    Giorgio Lunghini, Conflitto crisi incertezza. La teoria economica dominante e le teorie alternative, Bollati-Boringhieri 2012.

    Paolo Ciocca, Ricchi per sempre? Una storia economica dell’Italia. Bollati 2007.

    Hyman P. Minsky, Potrebbe ripetersi? Instabilità e finanza dopo la crisi del ’29, Einaudi 1984
    Siti web:
    www.bancaditalia.it
    www.lavoce.info
    www.quadrantefuturo.it
    www.istat.it
    www.apertacontrada.it
    www.nens.it
    www.neodemos.it
    Metodi didattici: il corso si svolge mediante l’esposizione dei concetti fondamentali e con l’ausilio di lucidi ed esercitazioni. Alcuni argomenti saranno approfonditi con appositi seminari concordati con gli studenti frequentanti.
    Verifica del profitto: l’esame consiste in un colloquio su tutto il programma. Gli studenti che avranno frequentato i seminari condurranno il colloquio finale avvalendosi anche dei risultati degli stessi seminari o di apposite tesine.
    Altre informazioni: al fine di agevolare lo studio, durante il semestre, gli studenti che lo vorranno potranno avere dei colloqui informali di verifica con il docente, sulle parti di programma già svolto.
    Altre esigenze possono essere concordate anche per telefono ( 335-6589960 ) o via mail (stefano.sanna@jus.unipi.it )