FAQ


    È ancora possibile iscriversi alla laurea specialistica in Giurisprudenza dopo il conseguimento del titolo triennale?

    No, non è più possibile iscriversi al corso di laurea specialistica in Giurisprudenza in quanto quest’ultimo è disattivato. Dal 2010, i laureati triennali che desiderano proseguire gli studi potranno iscriversi al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, chiedendo il riconoscimento degli esami sostenuti nel corso triennale, che verranno valutati secondo i criteri riportati nella seguente Tabella delle convalide.

    Per informazioni sulla procedura amministrativa di iscrizione rivolgersi all’Ufficio Studenti, Largo Pontecorvo n. 3.

    Come possono essere conseguiti i crediti formativi relativi alle “attività formative a scelta dello studente”?

    Le attività formative a scelta dello studente previste nell’ordinamento del Corso di Laurea  triennale in Scienze giuridiche sono due, ciascuna di 6 crediti formativi. Tali crediti possono essere conseguiti attraverso il superamento di un esame della Facoltà oppure anche attraverso il superamento di un esame di un’altra Facoltà. Nel caso in cui l’esame venga sostenuto in un’altra Facoltà, è necessario verificare che il numero di crediti sia pari o superiore a quello richiesto (6 crediti). Inoltre si ricorda che le votazioni conseguite negli esami sostenuti in altre Facoltà come “attività formative a scelta dello studente” non rientrano nel calcolo della media finale.

    Se intendo sostenere come attività formativa a scelta dello studente un esame di un’altra Facoltà, devo presentare una richiesta o un piano di studi?

    No, non è necessario presentare né una richiesta né un piano di studi.  

    Come viene verbalizzato l’esame sostenuto in un’altra Facoltà?

    L’esame viene verbalizzato dal docente della materia in modo identico alla verbalizzazione degli esami sostenuti in Facoltà.

    Se sostengo un’attività formativa a scelta dello studente in un’altra Facoltà con un numero di crediti superiore a 6 posso utilizzare quelli in esubero per convalidare i crediti delle “Altre attività” (2cfu)?

    Sì, a condizione che il numero di crediti in esubero sia almeno pari a 2cfu e che venga fatta esplicita richiesta nella domanda di laurea nel relativo “campo note”. In tal modo se, ad esempio, ho sostenuto un’attività formativa a scelta dello studente da 8 crediti in un’altra Facoltà,  6 crediti mi verranno computati come “attività formativa a scelta dello studente” e 2 crediti mi verranno utilizzati per “altre attività”.

    Quali adempimenti occorre rispettare per accedere all’esame di laurea?

    La domanda di laurea deve essere presentata almeno 30 giorni prima dell’inizio dell’appello. L’iscrizione a un appello di laurea avviene attraverso “Alice, il portale dei servizi on line per gli studenti” all’indirizzo www.studenti.unipi.it.
    Entrando nell’area riservata, mediante login e password personali, occorre cliccare sulla voce “conseguimento titolo” e inserire tutte le informazioni di volta in volta richieste. Per maggiori informazioni consultare il sito www.unipi.it alla pagina http://www.unipi.it/index.php/iscrizioni-e-segreterie/item/1616-informazioni-sulla-domanda-di-laurea.

    Dove posso trovare il calendario degli appelli di laurea e le informazioni relative a tutte le scadenze da rispettare?

    Sul sito web dell’Ateneo www.unipi.it alla pagina http://www.unipi.it/index.php/iscrizioni-e-segreterie/itemlist/category/570-calendari-appelli-di-laurea

    Quante copie della tesi devo presentare e dove?

    Devono essere depositate entro la scadenze previste, in Facoltà (Portineria) una singola copia dell’elaborato scritto (tesina)  e n. 4 copie dell’abstract o o breve riassunto dell’elaborato stesso. Non devono essere timbrate in Segreteria studenti. La scadenza della consegna della tesina è improrogabile e non ammette ritardo neppure con pagamento di mora.

    Se, dopo avere presentato la domanda di laurea voglio rinunciare all’appello, cosa devo fare?

    Per informazioni sulla rinuncia all’esame di laurea consultare il sito di Ateneo alla pagina http://www.unipi.it/index.php/iscrizioni-e-segreterie/item/1616-informazioni-sulla-domanda-di-laurea.

    Come si calcola la media finale?

    La media è aritmetica: si sommano i voti riportati nei singoli insegnamenti e il risultato ottenuto si divide per il numero  degli esami sostenuti. Il risultato finale si moltiplica per 11 e si divide per 3.

    Esempio:

    Voti riportati: 25, 28, 30, 30 e lode, 18, 27, 27, 28, 29, 24, 26, 26, 23, 30, 30, 27, 25, 25, 29.

    o   25+28+30+31+18+27+27+28+29+24+26+26+23+30+30+27+25+25+29=508

    o   508/19= 26,7

    o   26,7×11=294,10

    o   294,10/3= 98,03

    o   La media finale è 98,03.

    Gli uffici, al momento della presentazione del prospetto di laurea, calcoleranno anche la media degli esami togliendo il voto più basso e il voto più alto. Al momento dell’esame di laurea verrà applicata, tra le due medie, quella più alta.

    Nell’esempio precedente la media calcolata togliendo il voto più alto e quello più basso risulterebbe di 99: essendo più alta sarà quella applicata al momento dell’esame di laurea.

    La votazione 30 e lode nel calcolo della media equivale a 31.

    La Commissione dell’esame di laurea può attribuire alla votazione derivante dalla media degli esami un punteggio aggiuntivo variabile da 0 a 10 punti.

    Ci possono essere esami che non rientrano nel calcolo della media?

    Sì, le votazioni conseguite negli esami sostenuti in altre Facoltà come “attività formative a scelta dello studente” non rientrano nel calcolo della media finale.

    Se ho sostenuto degli esami in più devo indicarlo nella domanda di laurea?

    Sì, nella domanda di laurea devo indicare gli esami che sono stati sostenuti in soprannumero rispetto a quelli richiesti dall’ordinamento didattico. Tali esami verranno contrassegnati sul certificato esami con la lettera P che significa “in più” e non verranno conteggiati nel calcolo della media finale.

    Se ho sostenuto un esame opzionale in più posso chiedere che mi venga considerato ai fini della media finale in sostituzione di un altro opzionale in cui ho conseguito un voto più basso?

    Sì, tale richiesta deve essere specificata nella domanda di laurea nel campo note. In tal caso verrà contrassegnato con la lettera P (esame in più) l’esame opzionale con il voto più basso.

    Quali sono le modalità di sostenimento della verifica finale di lingua?

    Prima dell’esame di laurea è obbligatorio sostenere la verifica finale della lingua straniera. La prova si svolge presso il Centro Linguistico Interdipartimentale (CLI) nelle date indicate nel calendario degli appelli di laurea (si veda la pagina http://www.unipi.it/index.php/iscrizioni-e-segreterie/itemlist/category/570-calendari-appelli-di-laurea). I laureandi dovranno procedere all’iscrizione, da effettuarsi sul sito del CLI www.cli.unipi.it esclusivamente nei periodi indicati, secondo la procedura d’iscrizione di seguito riportata: istruzioni verifica finale. L’iscrizione potrà essere effettuata solo nei periodi indicati per ciascun appello di laurea.

    Cosa succede se non supero la verifica finale della lingua straniera o se non mi iscrivo alla prova o se risulto assente il giorno della prova?

    Si ricorda che il superamento della verifica finale della lingua straniera è condizione indispensabile per poter accedere alla discussione della tesi finale del triennio. La mancata iscrizione alla verifica finale della lingua straniera entro i termini previsti e l’assenza nel giorno fissato per la prova comportano l’impossibilità di accedere alla discussione della tesi finale del triennio. Nel caso di rinuncia all’appello di laurea, la verifica finale della lingua straniera dovrà essere sostenuta nell’appello successivo.

    Come faccio a sapere in quale anno accademico ricade il mio esame di laurea?

    Gli appelli di laurea previsti entro la fine del mese di maggio di ogni anno rientrano nell’anno accademico precedente. Ad esempio, gli appelli compresi tra il 01/06/2010 e il 31/05/2011 ricadono nell’a.a. 2009/10.

    Studenti lavoratori. Chi sono?

    Gli studenti lavoratori possono usufruire di due appelli d’esame straordinari secondo le modalità indicate nel Regolamento didattico d’ateneo e alla pagina http://web.jus.unipi.it/?page_id=487 del sito di Dipartimento.

    Chi è lo studente fuori corso?

    Lo studente si considera fuori corso quando si iscrive ad un anno di corso superiore al numero di anni previsti (tre anni). Esempio: se mi sono immatricolato nell’anno accademico 2005-2006 divento fuori corso dall’anno accademico 2008- 09, in quanto mi iscrivo al quarto anno.

    Allegati da scaricare: