Ordinamento giudiziario italiano e comparato


    Anno Accademico

    Docente: Dal Canto Francesco

    Il corso è dedicato allo studio della disciplina in materia di ordinamento giudiziario, nel quadro dei principi

    costituzionali, e affronta in particolare le tematiche riguardanti le fonti dell’ordinamento giudiziario, il

    principio di unità della giurisdizione, il principio di precostituzione per legge del giudice, l’attività del

    Consiglio superiore della magistratura, i rapporti tra la magistratura e gli altri poteri dello Stato, il ruolo e le

    funzioni della Corte di cassazione, il pubblico ministero e la magistratura onoraria, la responsabilità

    deimagistrati, l’ordinamento forense.

    I riferimenti comparatistici tendono principalmente ad inquadrare il modello di ordinamento giudiziario

    italiano fra i principali modelli che hanno trovato applicazione nei paesi il cui ordinamento giuridico è

    paragonabile a quello italiano.

    Nel corso sarà esaminata e commentata la l. 25 luglio 2005 n. 150, di riforma dell’ordinamento giudiziario

    (c.d. legge Castelli), e le successive modifiche apportate alla stessa, con particolare attenzione alla l. 30

    luglio 2007 n. 111 (c.d. legge Mastella)

    Testi consigliati

    F. DAL CANTO-S. PANIZZA-R. ROMBOLI, Manuale di ordinamento giudiziario italiano e comparato, in

    corso di pubblicazione;

    in alternativa:

    G. SCARSELLI, Ordinamento giudiziario e forense, ultima edizione, Milano, Giuffrè

    Il corso ufficiale sarà integrato, per alcuni profili della materia, da lezioni a carattere professionalizzante

    tenute da esperti particolarmente qualificati.

    Propedeuticità consigliate per la laurea magistrale: Diritto costituzionale II