Diritto regionale


    Anno Accademico

    Docente: Catelani Elisabetta, Messerini Virginia

    Obiettivi del corso
    L’insegnamento è volto ad approfondire, rispetto alle materie pubblicistiche di carattere istituzionale, i caratteri della forma di stato regionale italiana, con relativo inquadramento nel contesto europeo ed una comparazione con le principali esperienze degli altri ordinamenti federali e regionali esistenti. Le funzioni e l’organizzazione regionale. I rapporti fra Regioni e Stato e Regioni/Unione europea.

    Programma del corso
    Il corso sarà sviluppato con il raffronto tra l’ordinamento regionale così come storicamente realizzatosi sulla base delle previsioni dettate dalla Costituzione entrata in vigore nel 1948 e quelle risultanti dall’integrale riforma del Titolo V della Costituzione operata dalle leggi costituzionali n. 1/1999 e n. 3/2001 e, per quanto riguarda le regioni a Statuto speciale, la l. cost. n. 2/2001.
    Particolare attenzione verrà data all’evoluzione del procedimento di revisione costituzionale sul titolo V e della giurisprudenza costituzionale sulla tematica regionale.

    Testi consigliati
    P. CARETTI- G. TARLI BARBIERI, Diritto regionale, Torino, Giappichelli, ultima edizione.
    Si precisa che gli studenti frequentanti il corso potranno sostenere l’esame con lo studio degli appunti delle lezioni e degli altri materiali eventualmente forniti.
    In ragione di particolari e motivate esigenze di studio e per gli studenti del programma Erasmus potranno essere concordati programmi di esame specifici.
    Il corso ufficiale sarà completato, per alcuni profili della materia, da lezioni integrative a carattere professionalizzante tenute da esperti particolarmente qualificati.