Diritto pubblico comparato


    Anno Accademico

    Docente: Passaglia Paolo

    Il corso ha l’obiettivo di approfondire le conoscenze acquisite nel corso di Sistemi giuridici comparati dal punto di vista delle discipline pubblicistiche.
    Al fine di coniugare questo obiettivo con l’avvertita opportunità di introdurre allo studio della microcomparazione, le lezioni si concentreranno su una tematica specifica, da cui prendere spunto per analizzare – e comparare – i tratti essenziali delle istituzioni di alcuni tra i più significativi sistemi stranieri.
    Oggetto precipuo del corso sarà la nozione di «costituzione», analizzata, anche in chiave storica, in diversi ordinamenti riconducibili alla traduzione giuridica occidentale.
    Alle lezioni svolte in modo tradizionale si affiancheranno seminari. In alcuni di questi, i frequentanti esamineranno direttamente atti normativi e sentenze; in altri, l’apprendimento sarà veicolato dall’utilizzo di materiali audio-visivi.

    Propedeuticità consigliate
    Ferma restando l’assenza, sul piano formale, di propedeuticità, alla luce degli obiettivi e degli argomenti del corso, una piena assimilazione delle tematiche affrontate a lezione, oltre che nel libro di testo, rende particolarmente opportuno il preliminare studio delle seguenti materie: Sistemi giuridici comparati, Diritto costituzionale I e Diritto costituzionale II.

    Testi consigliati
    Per la preparazione dell’esame da non frequentante, si consiglia lo studio del testo seguente:
    P. Carrozza – A. Di Giovine – G. Ferrari (a cura di), Diritto costituzionale comparato, Roma-Bari, Laterza, 2010, limitatamente alle pagine da 5 a 55, da 674 a 946 e da 1000 a 1073.
    Per i frequentanti, il programma sarà definito in relazione agli argomenti trattati a lezione e nei seminari.

    Verifica dell’apprendimento
    L’esame finale si svolgerà in forma orale. Non sono previste prove intermedie.