Premio di laurea LEF


Bando di concorso del Premio Lef Tesi di Laurea, quinta edizione.

Il bando, che prevede tre premi da € 2.000,00 cadauno, è riservato alle migliori tesi di laurea magistrale – il cui diploma sia 

stato conseguito negli anni 2018 e 2019 – sviluppate sui temi della legalità e dell’equità fiscale.

Lo scopo del premio, in coerenza con lo statuto dell’Associazione proponente (Lef – Associazione per la Legalità 

Legalità e l’Equità Fiscale), è quello di diffondere la cultura della legalità e dell’equità fiscale e del connesso valore sociale,

nonché di valorizzare le idee, le considerazioni e le proposte finalizzate a tale fine, interessando – oltre a tematiche di carattere

economico-tributario – anche quelle riconducibili ai  ai principi costituzionali, con particolare attenzione al valore sociale e civile

della funzione redistributiva della fiscalità.

Bando 5^ ediz premio Tesi laurea 2018-2019

Domanda di partecipazione 2018-2019

Percorso PF 24 per l’a.a. 2018/2019


Acquisizione dei 24 CFU in ambito antropo-psico-pedagogico e metodologie e tecnologie didattiche (PF24)

Gli organi accademici hanno deliberato l’attivazione per l’anno accademico 2018/2019 del percorso PF 24 (i 24 crediti formativi universitari o accademici che riguardano le discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche necessarie per l’accesso al FIT – Formazione Iniziale e Tirocinio per l’insegnamento).
I termini per la pre-immatricolazione decorreranno dal 10 al 21 gennaio 2019 (termine perentorio).
Le modalità di pre-iscrizione sono pubblicate nel sito d’ateneo nella sezione  “Procedura per l’acquisizione dei 24 CFU” alla pagina:

https://www.unipi.it/index.php/offerta/item/10908-procedure-per-acquisizione-24-cfu-pf24

@studenti.unipi.it – Comunicazione importante


Ricordiamo a tutti gli iscritti che, in concomitanza con l’attivazione, avvenuta qualche mese fa, del nuovo sistema di posta elettronica per gli studenti, con indirizzi assegnati nel dominio @studenti.unipi.it, l’amministrazione centrale ha comunicato a tutti gli studenti l’utilizzo esclusivo di tali indirizzi per tutte le comunicazioni ufficiali in partenza dall’Ateneo.

Si segnala anche l’importanza per la popolazione studentesca di utilizzare esclusivamente l’indirizzo mail istituzionale (come sopra indicato) nei rapporti, ai diversi livelli, con gli uffici e con tutte le componenti di ateneo. Invitiamo perciò gli studenti a comunicare con docenti e uffici tramite l’account istituzionale @studenti.unipi.it.

EIG a AID: novità programma didattico e caratteristiche test


Sulle pagine dei corsi di Elementi di Informatica Giuridica (EIG) e Abilità Informatiche per il Diritto (AID) – accessibili agli studenti solo mediante autenticazione con credenziali di Ateneo – è stato pubblicato un importante avviso sull’imminente entrata in vigore del nuovo programma didattico e delle nuove caratteristiche dei test.

Erasmus courses timetable (only for Erasmus and mobility foreign students)


Download the timetable (first semester) – updated October 15

Opzione piano di studio LMG


STUDENTI ISCRITTI AL 2° E AL 3° ANNO

La segreteria ha inviato a tutti gli studenti che nell’a.a. 2018/19 sono iscritti al 2° e al 3° la seguente comunicazione:

“Oggetto: Piano di studio a.a. 2018/2019

Caro studente,
ti informo che il Consiglio di Corso di laurea in Giurisprudenza ha approvato, per l’a.a. 2018/2019, un nuovo piano di studio.
Pertanto, tutti gli iscritti al 2° e al 3° anno verranno automaticamente iscritti al nuovo piano.
Tuttavia, coloro che intendano proseguire con il piano precedente (e non vogliano quindi passare al nuovo) dovranno manifestare tale decisione ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2018, secondo modalità telematiche (on line) compilando il questionario disponibile a questo indirizzo https://urly.it/3mwx.
Per accedere al questionario segui le istruzioni allegate (jus_ps_istruzioni).”

STUDENTI ISCRITTI NELL’A.A. 2018/19 AL 4° E AL 5° ANNO E F.C.

Gli studenti che nell’a.a. 2018/2019 sono iscritti al 4° e al 5° anno o anni successivi (fuori corso) si presume che vogliano rimanere nel vecchio piano di studi e dunque, qualora desiderino optare per il nuovo piano di studio LMG dovranno rivolgersi alla Segreteria studenti di Largo Pontecorvo, 3 (aperta dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00).

Corsi serali del 1° semestre


L’orario è consultabile al link http://web.jus.unipi.it/pagina-2/orariodelle-lezioni/

Risultati Test d’ingresso del 12 settembre 2018


Elenco (in ordine alfabetico) dei candidati IDONEI che hanno conseguito almeno 20 punti e dunque hanno superato il test d’ingresso del 12.09.2018 per i corsi di laurea a ciclo unico in Giurisprudenza e triennale in Diritto dell’impresa, del lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni (graduatoria unica per entrambi i corsi):

Idonei test 12 settembre 2018  (scarica il pdf)

Esito negativo: coloro che, avendo effettuato il test, non trovano il proprio nominativo nell’elenco, sono i NON IDONEI (avendo conseguito un punteggio inferiore a 20). Si ricorda che, in questo caso, è necessario colmare il debito formativo come di seguito indicato.

Iscritti alla Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (LMG):
in caso di esito negativo, lo studente dovrà sostenere, al primo tra i due esami che decida di affrontare tra Diritto privato I e Diritto costituzionale I, un colloquio integrativo su uno a scelta dei seguenti testi:
P. Grossi, Prima lezione di diritto, Laterza, 2011
G. Zagrebelsky, Imparare democrazia, Torino, Einaudi, 2007 (rist. 2011)
S. Rodotà, Diritti e libertà nella storia d’Italia. Conquiste e conflitti 1861-2011, Roma, Donzelli, 2011

Iscritti alla Laurea triennale in Diritto dell’impresa, del lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni (DILPA):
In caso di esito negativo, lo studente dovrà sostenere, al primo tra i due esami che decida di affrontare tra Istituzioni di Diritto privato e Diritto costituzionale, un colloquio integrativo su uno a scelta dei seguenti testi:
P. Grossi, Prima lezione di diritto, Laterza, 2011
G. Zagrebelsky, Imparare democrazia, Torino, Einaudi, 2007 (rist. 2011)
S. Rodotà, Diritti e libertà nella storia d’Italia. Conquiste e conflitti 1861-2011, Roma, Donzelli, 2011

A.A. 2018/2019: Nuovo piano di studi della LMG


Il Dipartimento ha deliberato per l’a.a. 2018/2019 il passaggio di tutti gli studenti al nuovo piano di studi della Laurea magistrale in Giurisprudenza (v. tabella in calce), ma con un meccanismo che cerca di assecondare le differenti esigenze.

In sintesi, le novità riguardano una diversa collocazione negli anni di corso degli insegnamenti curriculari, che restano i medesimi, ma sono proposti in una successione che renderà più agevole la possibilità di anticipare, durante l’ultimo anno di corso, il periodo di praticantato per l’accesso agli Ordini professionali degli avvocati e dei notai. E’ stata inoltre introdotta, al secondo anno, la scelta tra Diritto agro-alimentare e Regolazione dei mercati (ex Analisi giuridica dell’economia) come esame fondamentale.

Gli studenti che nell’a.a. 2018/2019 saranno iscritti al 2° e al 3° anno di corso verranno automaticamente iscritti al nuovo piano, e qualora intendano proseguire con il piano precedente (e non vogliano quindi passare al nuovo) dovranno manifestare tale decisione ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2018, secondo modalità telematiche (on line) indicate sia direttamente, tramite posta elettronica agli interessati, sia con Avviso nel sito di Dipartimento web.jus.unipi.it.

Gli studenti che nell’a.a. 2018/2019 saranno iscritti al 4° e al 5° anno o anni successivi (fuori corso) si presume che vogliano rimanere nel vecchio piano di studi e dunque, qualora desiderino optare per il nuovo piano di studio LMG dovranno rivolgersi alla Segreteria studenti di Largo Pontecorvo.

PIANO DI STUDIO LMG 2018/2019

Anno Insegnamenti
CFU Semestre
1 Storia del diritto romano 6 1
Filosofia del diritto 9 1
Diritto costituzionale I 9 1
Istituzioni di diritto romano 9 2
Diritto privato I 9 2
Economia politica 9 2
Diritto dell’Unione europea 9 2
2 Diritto costituzionale II 9 1
Diritto privato II 9 1
Storia del diritto I e II 15 1 e 2
Diritto del lavoro I e II 15 1 e 2
Sistemi giuridici comparati 6 2
Regolazione dei mercati / oppure  Diritto agro-alimentare 6 2
3 Diritto penale I e II 15 1 e 2
Diritto commerciale I e II 15 1 e 2
Diritto privato III 9 2
Diritto internazionale 9 2
Esame opzionale 6
Esame opzionale 6
4 Diritto processuale civile I e II 15 1 e 2
Diritto processuale penale I e II 15 1 e 2
Diritto amministrativo I e II 12 1 e 2
Diritto comparato (privato o pubblico) 6 1 / 2
Diritto e religione 6 2
Esame opzionale 6
5 Giustizia amministrativa 6 1
Diritto tributario 6 2
Interpretazione giuridica 6 2
Esame opzionale 6
Esame a scelta dello studente 6
Informatica giuridica 4
Inglese o Francese o Spagnolo giuridico 5
Prova finale 21
TOTALE: 300CFU

Esame di laurea: nuove modalità (da giugno 2018)


Laurea magistrale in Giurisprudenza

In cosa consiste l’esame di laurea (prova finale)?

L’esame di laurea consiste nell’elaborazione e discussione di un lavoro scritto su un argomento monografico, relativo a una materia scelta dal candidato. Il punteggio massimo che la Commissione di laurea può attribuire è di 10 punti, che si aggiungono alla media delle votazioni conseguite nei singoli esami. La media aritmetica è semplice per gli studenti immatricolati fino all’A.A. 2013/14 e ponderata sui crediti per gli studenti immatricolati a partire dall’A.A. 2014/15.

Come si calcola la media ponderata (consulta l’esempio)

Come viene attribuito il punteggio da parte della Commissione di laurea?

A partire dalla sessione di laurea di giugno 2018, i punti si assegnano sulla base di 4 fasce:

(a) 1-3 per tesi sufficienti e meramente compilative e discusse sufficientemente; (b) 4-5 per tesi buone, ben argomentate, documentate e discusse; (c) 6-8 per tesi molto buone, argomentate e discusse in modo rigoroso ed accurate nella ricostruzione bibliografica; (d) 9-10 per tesi ottime o eccellenti, particolarmente pregevoli per il lavoro di ricerca svolto, per l’approccio critico e la discussione. Per l’assegnazione del punteggio della fascia d) e per l’attribuzione della lode a laureandi con media inferiore a 105/110 è previsto un procedimento di maggiore coinvolgimento della commissione e, più precisamente:

– qualora il relatore valuti la tesi meritevole di un punteggio contenuto nella fascia (d) ovvero qualora ritenga di chiedere l’assegnazione della lode, tale docente ha l’onere di comunicare le proprie intenzioni ai membri della Commissione di Laurea almeno una settimana prima della data della discussione, inviando agli stessi – con adempimento a carico dell’Ufficio didattico, nella persona del Sig. Gianluca De Lillo – copia dell’elaborato;

– il procedimento di cui sopra non si attua nel caso in cui il punteggio di partenza del candidato sia pari o superiore a 105/110;

– in ogni caso, non potrà essere attribuita la lode ai candidati che abbiano un punteggio di partenza inferiore a 103.

Si precisa che, in relazione ai candidati immatricolati fino all’A.A. 2013/14, per punteggio di partenza s’intende quello più favorevole tra i due indicati nel certificato relativo agli esami sostenuti, calcolato in base alla media aritmetica semplice dei voti conseguiti e approssimato per eccesso o per difetto secondo le regole consuete; per gli immatricolati a partire dall’A.A. 2014/15, il punteggio di partenza si calcola in modo ponderato sui CFU come indicato sopra.

Vedi anche: http://web.jus.unipi.it/pagina-2/offerta-didattica/formazione-universitaria/laurea-magistrale-in-giurisprudenza/esame-di-laurea/

 

Laurea in Diritto dell’impresa, del lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni

Cosa cambia nell’esame di laurea (prova finale)?

A partire dalle sessioni di laurea di giugno del 2018, l’elaborato scritto è abolito e l’esame di laurea consiste nella preparazione e discussione orale (che potrà essere sostenuta con l’eventuale sussidio di diapositive, di minute o di appunti scritti) su tematiche preventivamente individuate dal docente di riferimento (relatore), nell’ambito di questioni attinenti a profili pratici e/o professionalizzanti.

La Commissione giudicatrice non può attribuire, in aggiunta al punteggio risultante dal curriculum del candidato (media ottenuta negli esami), più di 8 punti. Alla discussione sufficiente viene attribuito un punteggio compreso tra 1 e 3; alla discussione buona un punteggio compreso tra 4 e 6; alla discussione ottima un punteggio tra 7 e 8.

Vedi anche: http://web.jus.unipi.it/pagina-2/offerta-didattica/formazione-universitaria/laurea-triennale-in-diritto-dellimpresa-del-lavoro-e-delle-pubbliche-amministrazioni/esame-di-laurea/

Nota: La media aritmetica è semplice per gli studenti immatricolati fino all’A.A. 2013/14 e ponderata sui crediti per gli studenti immatricolati a partire dall’A.A. 2014/15. Per il calcolo della media ponderata v. sopra.

Graduatoria degli studenti vincitori – studio/tesi/traineership Erasmus per la mobilità studentesca a.a. 2018 – 2019


vedi file

Bando studenti part time 2017/18 – esiti


In riferimento all’attribuzione di n. 5 incarichi per studenti part-time previsti dal Bando prot. n. 157 del 18/01/2018 è approvata la seguente graduatoria (PU n. 22 prot. n. 732 del 22/02/2018):

  1. ANASTASIO NICOLA
  2. VOERZIO ALICE
  3. CORSI FILIPPO
  4. SECRETI AGATA
  5. SARACO GIOVANNI

Per la stipula dei contratti si prega di contattare il Sig. M. Degli Innocenti all’indirizzo didattica@jus.unipi.it.

 

Anticipo di un semestre di tirocinio per l’accesso alla professione forense


L’Università di Pisa, il Dipartimento di Giurisprudenza e i Consigli dell’Ordine degli Avvocati di Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, La Spezia e Prato hanno firmato le convenzioni necessarie a disciplinare l’anticipo di un semestre di tirocinio per l’accesso alla professione forense.

VADEMECUM: domande e risposte sul tirocinio anticipato. Per le iscrizioni rivolgersi alle segreterie dei rispettivi Ordini (v. di seguito).

MODALITÀ DI COMPUTO DEI 240 CFU

Le convenzioni sono state sottoscritto in rettorato, martedì 10 ottobre 2017, dal rettore Paolo Mancarella, dal direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Emanuela Navarretta, e dai presidenti Maria Grazia Fontana (Ordine di Lucca), Salvatore Gioè (Ordine di Massa Carrara), Salvatore Lupinacci (Ordine di La Spezia), Walter Maccioni (Ordine di Livorno), Stefano Pulidori (Ordine di Pisa). La convenzione con l’Ordine di Prato (presidente Lamberto Galletti) è stata firmata il 27 luglio 2018.

Grazie a questi accordi, gli studenti dell’ultimo anno della laurea magistrale in Giurisprudenza, in possesso dei requisiti previsti (cfr. Vademecum), potranno svolgere sei mesi di tirocinio validi per l’accesso alla professione forense, con la supervisione congiunta di un professore universitario e di un professionista del Foro e, d’intesa con essi, potranno anche finalizzare all’elaborazione della tesi di laurea gli approfondimenti svolti sui casi pratici con i quali si confronteranno.

PDF Convenzioni sottoscritte (il testo dell’accordo è identico, cambiano solo i dati dei firmatari degli Ordini):

Convenzione Ordine Avv_Pisa

Convenzione Ordine Avv_Livorno

Convenzione Ordine Avv_Lucca

Convenzione Ordine Avv_Massa Carrara

Convenzione Ordine Avv_La Spezia

Convenzione Ordine Avv_Prato

Contatti per l’Ordine di Pisa: Sportello tirocinanti – Ricevimento il mercoledì alle ore 12.00 presso la Biblioteca dell’Ordine, Via Palestro 27 · Pisa (tel. 050.970059)

Progetto formativo – Unipi : si prega di depositarne copia presso l’Unità didattica (Palazzo Ricci) prima di iniziare il periodo di pratica (orario di apertura: giovedì 11,00-13,30).

Si precisa che il tutor accademico non viene assegnato d’ufficio dall’Unità didattica, né tantomeno il tutor professionale: si tratta di scelte operate autonomamente dallo studente che aspira a svolgere la pratica anticipata.

 

Martedì 27 febbraio 2018, presso la Sala Convegni del Polo Piagge, si è svolto un incontro informativo sulle modalità di espletamento del tirocinio anticipato, alla presenza di rappresentanti di tutti gli Ordini coinvolti (Avvocati e Notai).

Avviso di procedura comparativa per il conferimento di un incarico presso il Dipartimento di Giurisprudenza


Incarico di lavoro autonomo occasionale per l’attività di traduzione dall’italiano all’inglese di n.50 cartelle dattiloscritte relative a due testi aventi ad oggetto la giustizia costituzionale in Francia e in Messico

Vedi avviso

Lina Bigliazzi Geri vent’anni dopo


Tra la fine degli anni ottanta e la prima metà degli anni novanta, Lina Bigliazzi Geri ha coordinato il dottorato pisano in diritto privato: decine di giovani, accolti a Pisa da tutta Italia, si sono formati sotto la sua guida e hanno condiviso un’esperienza intellettuale e umana che considerano speciale.

Venti anni dopo la scomparsa della “Signora”, le ex allieve e gli ex allievi – che oggi rivestono ruoli di rilievo nell’Accademia, nella Magistratura, nel Notariato, nell’Avvocatura, nella Pubblica Amministrazione, nel Consiglio di Stato – continuano il dialogo con le dottorande e i dottorandi.

Dopo l’incontro del 31 maggio su “La ‘costituzionalizzazione’ del diritto privato”, il 20 ottobre, dalle ore 10 alle ore 17, presso la Gipsoteca di Arte Antica in Piazza San Paolo all’Orto, si rifletterà su “Interpretazione evolutiva e buona fede”. Il contributo di Lina Bigliazzi Geri a questo tema è unanimemente riconosciuto come originale e continua ad essere ricco di spunti di riflessione: sarà il punto di partenza per un’analisi critica dei modi in cui la clausola di buona fede oggettiva viene oggi utilizzata, in ambito nazionale ed europeo, nel diritto privato e non solo.

 

Interventi:

Angelo Barba, Università di Siena

Michela Cavallaro, Università di Catania

Andrea Orestano, Università di Perugia

Pietro Sirena, Università Bocconi

Paolo Troiano, Consiglio di Stato

Andrea Zoppini, Università di Roma Tre

Coordina
Enza Pellecchia, Università di Pisa

Con la partecipazione dei dottorandi e delle dottorande

 

Allegato: Locandina incontro 20 ottobre

Risultati test d’ingresso 19 settembre 2017


Elenco (in ordine alfabetico) dei candidati IDONEI che hanno superato il test d’ingresso per i corsi di laurea a ciclo unico in Giurisprudenza e triennale in Diritto dell’impresa, del lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni (graduatoria unica per entrambi i corsi):

Idonei test 19 settembre 2017

Esito negativo: coloro che, avendo effettuato il test, non trovano il proprio nominativo nell’elenco, sono i NON IDONEI. Si ricorda che, in questo caso, è necessario colmare il debito formativo come di seguito indicato.

Iscritti alla Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (LMG):
in caso di esito negativo, lo studente dovrà sostenere, al primo tra i due esami che decida di affrontare tra Diritto privato I e Diritto costituzionale I, un colloquio integrativo su uno a scelta dei seguenti testi:
P. Grossi, Prima lezione di diritto, Laterza, 2011
G. Zagrebelsky, Imparare democrazia, Torino, Einaudi, 2007 (rist. 2011)
S. Rodotà, Diritti e libertà nella storia d’Italia. Conquiste e conflitti 1861-2011, Roma, Donzelli, 2011

Iscritti alla Laurea triennale in Diritto dell’impresa, del lavoro e delle Pubbliche Amministrazioni (DILPA):
In caso di esito negativo, lo studente dovrà sostenere, al primo tra i due esami che decida di affrontare tra Istituzioni di Diritto privato e Diritto costituzionale, un colloquio integrativo su uno a scelta dei seguenti testi:
P. Grossi, Prima lezione di diritto, Laterza, 2011
G. Zagrebelsky, Imparare democrazia, Torino, Einaudi, 2007 (rist. 2011)
S. Rodotà, Diritti e libertà nella storia d’Italia. Conquiste e conflitti 1861-2011, Roma, Donzelli, 2011

Variazione ricevimento studenti – UFFICIO RAPPORTI INTERNAZIONALI


Si informa che a partire dal  2 ottobre 2017 il ricevimento studenti Erasmus si terrà il MERCOLEDI’ dalle 10.00 alle 13.00

Concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni legali – a.a. 2017/2018


vedi Bando

Chiusura Uffici del Dipartimento


Gli Uffici del Dipartimento rimarranno chiusi in entrambe le sedi (Palazzo Ricci e Piazza dei Cavalieri) nei giorni:

24.04.2017 (il ponte non riguarda l’attività didattica e le lezioni, che si svolgeranno regolarmente);

dal 7.08.2017 al 27.08.2017;

dal 2.08.2017 al 4.08.2017 chiusura alle ore 14,30

e dal 27.12.2017 al 29.12.2017

Offerte di tirocinio


 

Tirocini presso la Prefettura di Prato