Analisi giuridica dell'economia


    Anno Accademico

    Docente: Passalacqua Michela

    Obiettivi e programma del corso

    Il corso si propone di fornire agli studenti una conoscenza specialistica della regolazione amministrativa dei mercati, attraverso lo studio di settori specifici. Le lezioni hanno dunque ad oggetto l’analisi delle norme e degli istituti giuridici mediante i quali l’ordinamento nazionale, spesso in attuazione di norme europee, detta regole a governo e disciplina di determinati mercati, allo scopo di superarne o prevenirne gli eventuali fallimenti (c.d. regolazione di attività economiche).
    In particolare, in una prima fase del corso, verrà esaminato cosa si intenda per regolazione, in cosa consista il fallimento della regolazione e quali siano i rischi connessi alla regolazione, anche alla luce degli orientamenti Ocse in materia. Si esamineranno così strategie e principali forme di regolazione, distinguibili in: self-regulation, meta-regulation,  information-based regulatory strategies e Regulatory Networks. Inoltre, verrà illustrata la risk-based regulation e la regolazione tramite standard.
    Si affronterà, poi, il tema dell’Analisi d’Impatto della Regolazione (AIR), chiamata a realizzare una valutazione dei costi e dei benefici per tutti i soggetti destinatari (imprese e cittadini), in modo da rinvenire l’opzione regolatoria in grado di assicurare un beneficio netto per la collettività.
    La parte preponderante del corso verrà dedicata all’analisi dell’assetto attuale della regolazione applicata a taluni mercati.
    In primo luogo, si esaminerà la regolazione del mercato degli appalti pubblici.
    Successivamente, verrà illustrata la regolazione pubblica di alcuni mercati ritenuti meritevoli di approfondimento, quali i mercati dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni elettroniche.

    Testo consigliato per la preparazione dell’esame

    a) per studenti non frequentanti quinquennali e triennali:
    M. Giusti, E. Bani (a cura di), Complementi di diritto dell’economia, Padova, Cedam, 2008 (per intero, eccetto Cap. 7, pag. 101-110; Cap. 15, pag. 225-233 e Cap. 17, pag. 251-259)

    b) per studenti frequentanti quinquennali e triennali:
    a loro scelta, la preparazione dell’esame potrà svolgersi sul testo sopra indicato, oppure unicamente sugli appunti delle lezioni. Quale modalità di verifica dell’apprendimento è previsto lo svolgimento di esercitazioni in aula su casi pratici, oltre ad una tesina, da svolgersi a metà del corso, valutata quale prova scritta intermedia.

    Propedeuticità consigliate: nessuna